martedì 5 marzo 2019

Più proteine, meno infiammazione

Anche ad età più avanzate!

imm2Sia l'invecchiamento che l'obesità sono associati ad un aumento dei livelli dei metaboliti pro-infiammatori, mentre la riduzione del peso è associata a miglioramenti dello stato infiammatorio.

Sono pochi però gli studi che hanno esplorato la risposta dei marcatori infiammatori alla riduzione del peso in una popolazione che invecchia e il potenziale impatto della composizione della dieta.

Nello studio MEASUR-UP, condotto in USA, i ricercatori hanno randomizzato adulti con età > 60 anni obesi (BMI>30) a una dieta tradizionale per la perdita di peso (gruppo controllo) o a una dieta ricca di proteine (oltre i 30 g ad ogni pasto) valutando i cambiamenti dei marcatori infiammatori.

Lo studio è durato 6 mesi.

A tutti i partecipanti è stata prescritta una dieta ipo-calorica e hanno partecipato a gruppi settimanali di sostegno e controllo del peso.

I partecipanti randomizzati alla dieta proteica assumevano ≥ 30 g di proteine ​​/ pasto di alta qualità, tra cui carne magra e carne magra extra, fornita loro per due dei tre pasti al giorno. L'assunzione di proteine ​​era rispettivamente di 0,8 g / kg / die nel gruppo di controllo  e 1,2 g / kg / die per il gruppo delle proteine.

Adiponectina, leptina, proteina C-reattiva (hs-CRP), fattore di necrosi tumorale-a (TNF-α), interleuchina-1 (IL-1), IL-6, IL-8, siero amiloide A (SAA), la molecola di adesione vascolare -1 (VCAM-1), la molecola di adesione intercellulare-1 (ICAM-1) e i livelli di proteina sierica glicata (GSP) sono stati misurati a punti temporali di 0 e 6 mesi.

All'endpoint di 6 mesi, vi è stata una significativa perdita di peso e una diminuzione dell'indice di massa corporea sia nei controlli (-4,8 ± 8,2 kg; -2,3 ± 2,4 kg / m2; p = 0,05) sia nel gruppo proteina (-8,7 ± 7,4 kg; -2,9 ± 2,3 kg / m2; p <0,0001).

Il grasso corporeo (%) al basale era positivamente correlato con leptina, hs-CRP, VCAM-1, ICAM-1 e GSP. Diversi marcatori di infiammazione hanno risposto al gruppo proteine: leptina (p <0,001), hs-CRP (p <0,01) e ICAM-1 (p <0,01) erano diminuite e l'adiponectina aumentata (p <0,01).

Non ci sono stati cambiamenti significativi in ​​alcun marcatore infiammatorio nel braccio di controllo.

Nel confronto tra i gruppi, solo l'adiponectina tendeva a essere migliore nel gruppo proteine (p <0,07).

I risultati nello studio MEASUR-UP mostrano che una dieta dimagrante con un apporto proteico maggiore è paragonabile a una dieta proteica adeguata in termini di successo nella perdita di peso e che può portare a miglioramenti dello stato infiammatorio, in particolare per adiponectina, leptina, hs- CRP e ICAM-1.

Questi risultati sono importanti date le attuali raccomandazioni per l'assunzione di proteine ​​più elevate negli adulti più anziani e aprono le porte per una supplementazione proteica in maturità.
 

Autori: Porter Starr KN, Orenduff M, McDonald SR, Mulder H, Sloane R, Pieper CF, Bales CW
Fonte: J Nutr Gerontol Geriatr. 2019 Feb 27:1-17
Link della fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30810500
 
DS Medica, da oltre 40 anni si impegna per fornire ai nutrizionisti soluzioni sempre più efficaci per la lotta all’obesità.
Tramite la divisione nutrizione Dietosystem, mette a vostra disposizione tutta l’esperienza e l’innovazione nella Suite Nutrizionale, il software completo per la gestione del paziente obeso.
Per un trattamento “d’urto” del sovrappeso, DS Medica propone Proteonorm, l’integratore a base di proteine del siero di latte di altissima qualità, equilibrate secondo le percentuali fisiologiche aminoacidiche e arricchite da Inosito­lo, Potassio, L-Citrullina, L-Ornitina, L-Carnitina, L-Cistina, Magnesio e Niacina.
Proteonorm è venduto in esclusiva ai nutrizionisti e ai loro pazienti su ricetta del nutrizionista.
E’ disponibile anche come Proteonorm Mousse, un dolce al cucchiaio proteico che spezza la fame e soddisfa il palato.
Proteonorm, nell’ambito del protocollo Dieta Combinata, aiuta a perdere peso e migliora la compliance dei pazienti. Risolve l’urgenza della perdita ponderale e permette di accompagnare il paziente ad abitudini equilibrate per il mantenimento dei risultati raggiunti.

Avete già utilizzato la piattaforma Dieta Combinata? Cliccando qui si può accedere gratuitamente alla piattaforma ed iniziare a compilare piani personalizzati.
 
E per completare l’offerta low-charb, DS Medica mette a disposizione una linea di snack dolci e salati per la soddisfazione del palato nei pazienti a dieta, senza apporto di carboidrati.