martedý 12 febbraio 2019

Abbasso l'insulina!

Con la chetogenica o la low-carb

imm1Le diete a basso contenuto di carboidrati derivano principalmente dall'ipotesi che l'abbassamento dell'insulina, ormone chiave che produce uno stato anabolico di accumulo di grasso, migliora la funzione cardiometabolica e induce la perdita di peso.

Questo approccio è stato chiamato modello insulina- carboidrato.

Gli studi hanno dimostrato che i piani alimentari a basso contenuto di carboidrati sono superiori ad altri approcci per una rapida perdita di peso per i primi 6-12 mesi.

Mentre le diete tradizionali inducono perdita di peso tramite un deficit calorico, il meccanismo delle diete low-carb rimane in discussione. Un'ipotesi sul perché producano una più rapida perdita di peso rispetto ad altre diete è che i grassi e le proteine ​​aumentano la sazietà e producono meno ipoglicemia concomitante riducendo la fame e l'assunzione di cibo in generale e producendo quindi un deficit calorico.

Inoltre, un'altra ipotesi sostiene che le diete a basso contenuto di carboidrati possono produrre una combustione metabolica più elevata rispetto alle diete ad alto contenuto di carboidrati: sembra esserci un vantaggio metabolico di circa 200-300 calorie bruciate in più rispetto a una dieta iso-calorica ad alto contenuto di carboidrati.

Le diete chetogeniche limitano i carboidrati a 20-50 g al giorno per indurre la chetosi nutrizionale.

Lo studio delle diete a basso contenuto di carboidrati si è incentrato sulla perdita di peso nelle persone obese e in sovrappeso, nonché nei pazienti con o a rischio di malattie cardiometaboliche come il diabete di tipo 2 e la steatosi epatica non alcolica.

Le diete chetogeniche sono state usate anche per i disturbi convulsivi e più recentemente hanno trovato impiego nella popolazione atletica come combustibile costante per prestazioni di resistenza e l'ottimizzazione della composizione corporea nell’allenamento ad alta intensità.

Leggi l’articolo originale in full text


Autori: Oh R, Uppaluri KR.
Fonte: Stat Pearls
Link della fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK537084/

DS Medica, da oltre 40 anni si impegna per fornire ai nutrizionisti soluzioni sempre più efficaci per la lotta all’obesità.
Tramite la divisione nutrizione Dietosystem, mette a vostra disposizione tutta l’esperienza e l’innovazione nella Suite Nutrizionale, il software completo per la gestione del paziente obeso.
Per un trattamento “d’urto” del sovrappeso, DS Medica propone Proteonorm, l’integratore a base di proteine del siero di latte di altissima qualità, equilibrate secondo le percentuali fisiologiche aminoacidiche e arricchite da Inosito­lo, Potassio, L-Citrullina, L-Ornitina, L-Carnitina, L-Cistina, Magnesio e Niacina.
Proteonorm è venduto in esclusiva ai nutrizionisti e ai loro pazienti su ricetta del nutrizionista.
E’ disponibile anche come Proteonorm Mousse, un dolce al cucchiaio proteico che spezza la fame e soddisfa il palato.
Proteonorm, nell’ambito del protocollo Dieta Combinata, aiuta a perdere peso e migliora la compliance dei pazienti. Risolve l’urgenza della perdita ponderale e permette di accompagnare il paziente ad abitudini equilibrate per il mantenimento dei risultati raggiunti.

Avete già utilizzato la piattaforma Dieta Combinata? Cliccando qui si può accedere gratuitamente alla piattaforma ed iniziare a compilare piani personalizzati.
 
E per completare l’offerta low-carb, DS Medica mette a disposizione una linea di snack dolci e salati per la soddisfazione del palato nei pazienti a dieta, senza apporto di carboidrati.