martedý 13 aprile 2021

Dieta chetogenica contro il Covid

Previene le complicanze

Immagine alimentiL'obesità grave è associata a un aumentato rischio di ricovero in unità di terapia intensiva e alla necessità di ventilazione meccanica invasiva nei pazienti con COVID-19. L'associazione tra obesità e prognosi COVID-19 può essere correlata a molti fattori diversi, come l'infiammazione sistemica cronica, la predisposizione a gravi condizioni respiratorie e le infezioni virali.


Dieta chetogenica

La dieta chetogenica è un approccio che può essere estremamente efficace nel ridurre il peso corporeo e il grasso viscerale a breve termine, preservando la massa magra e riducendo l'infiammazione sistemica.
 
La dieta chetogenica, riducendo l'assunzione orale di carboidrati, consente la produzione epatica di corpi chetonici e l'insorgenza di chetosi nutrizionali a seguito di un maggiore utilizzo dei grassi come combustibile metabolico quando la disponibilità di glucosio è bassa.
 
I corpi chetonici stanno attirando sempre più attenzione per il loro ruolo antinfiammatorio e per la modulazione del metabolismo immunitario.
 
Le diete chetogeniche prevedono una privazione del contenuto di carboidrati pari al 5–10% dell'assunzione giornaliera di kcal totali, sebbene la composizione specifica dei macronutrienti possa variare.


Dieta chetogenica e funzione respiratoria

Le VLCKD sono, ad oggi, controindicate per i pazienti obesi con insufficienza respiratoria. Tuttavia, alcuni studi hanno riportato alcuni effetti benefici da diete ad alto contenuto di grassi a basso contenuto di carboidrati ed effetti dannosi dei carichi di carboidrati sui parametri respiratori.
 
Nei pazienti con insufficienza respiratoria, fornire un adeguato apporto di proteine ??è estremamente importante per preservare la massa e la funzione dei muscoli scheletrici.


Dieta chetogenica e immunità

SARS-CoV-2 infetta le cellule polmonari ed entra nelle cellule epiteliali dell'ospite attraverso l'azione della Serina Proteasi 2 Transmembrana (TMPRSS2) e il recettore dell'enzima di conversione dell'angiotensina 2 (ACE-2) che lega le proteine ??spike del virus.

In caso di risposta immunitaria disfunzionale, si osserva un'infiltrazione anomala di monociti, macrofagi e linfociti T favorita dalla permeabilità vascolare, una tempesta sistemica di citochine, peggioramento clinico (edema polmonare e polmonite) e infiammazione diffusa e/o danno multiorgano dovuto all'eccessiva produzione di TNF e specie reattive dell'ossigeno (ROS).

Al contrario, in un sistema immunitario sano, l'infiammazione iniziale attira le cellule T specifiche del virus verso il sito dell'infezione, dove possono eliminare le cellule infette prima che il virus si diffonda.

Le persone anziane sembrano essere più suscettibili a forme critiche di COVID-19 a causa di un microambiente polmonare che causa una maturazione alterata delle cellule dendritiche e la migrazione agli organi linfoidi e una risposta immunitaria inefficiente.


Significato clinico

La dieta chetogenica è una preziosa misura preventiva per le persone gravemente obese e può essere considerata come una terapia adiuvante per i pazienti con compromissione respiratoria.
 

Author:Elena Gangitano , Rossella Tozzi , Orietta Gandini et al.

Source:Nutrients. 2021 Mar 20;13(3):1004. doi: 10.3390/nu13031004