martedì 26 febbraio 2019

Dolce è la vita, anche senza zucchero

I benefici di eliminare i carboidrati

imm2Le diete a basso contenuto di carboidrati e ad alto contenuto di grassi (LCHF) sono chetogeniche e si sono rivelate utili per il trattamento di una serie di condizioni di salute.

Uno studio mette a confronto i risultati antropometrici e cardiometabolici tra le diete a ridotto contenuto di carboidrati partendo dall’ipotesi che una moderata restrizione di carboidrati è più facile da mantenere e più efficace per migliorare i marcatori di salute cardiometabolica rispetto a una maggiore restrizione.

I ricercatori hanno randomizzato 77 partecipanti sani a una dieta chetogenica a basso contenuto di carboidrati (VLCKD), una dieta a basso contenuto di carboidrati (LCD) o dieta a medio contenuto di carboidrati (MCD), contenente il 5%, il 15% e il 25% di energia totale da carboidrati, rispettivamente, per 12 settimane.

Le misure antropometriche e metaboliche per la salute sono state prese al basale e a 12 settimane.

Dei 77 partecipanti, 39 (51%) hanno completato lo studio.

I risultati nel complesso sono stati significativi per la riduzione del peso: la perdita di peso media aumentava con l'entità della restrizione di carboidrati, con 4,12 kg, 3,93 kg e 2,97 kg persi dai gruppi VLCKD, LCD e MCD, rispettivamente. Tuttavia, le differenze nella perdita di peso tra questi gruppi non erano statisticamente significative.

La riduzione del rapporto vita fianchi non differiva tra i gruppi.

I parametri lipidici sono migliorati senza differenza tra i gruppi, anche se i miglioramenti più consistenti nel colesterolo HDL e TG e nei cambiamenti antropometrici si sono verificati per il gruppo VLCKD.

I ricercatori concludono affermando che le diete a basso contenuto di carboidrati e ad alto contenuto di grassi hanno un effetto positivo sui marcatori di salute.

In sintesi, l'aderenza alla dieta è stata più facilmente raggiunta in MCD e gruppi LCD rispetto a VLCKD e ci sono stati miglioramenti comparabili nella perdita di peso e circonferenza della vita, anche se i maggiori miglioramenti in HDL-c e TG si sono visti con una maggiore restrizione di carboidrati.

Leggi l’articolo originale in full text
 

Autori: Harvey CJDC, Schofield GM, Zinn C, Thornley SJ, Crofts C, Merien FLR.
Fonte: PeerJ. 2019 Feb 5;7:e6273. doi: 10.7717/peerj.6273. eCollection 2019.
Link della fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6368026/  
 
DS Medica, da oltre 40 anni si impegna per fornire ai nutrizionisti soluzioni sempre più efficaci per la lotta all’obesità.
Tramite la divisione nutrizione Dietosystem, mette a vostra disposizione tutta l’esperienza e l’innovazione nella Suite Nutrizionale, il software completo per la gestione del paziente obeso.
Per un trattamento “d’urto” del sovrappeso, DS Medica propone Proteonorm, l’integratore a base di proteine del siero di latte di altissima qualità, equilibrate secondo le percentuali fisiologiche aminoacidiche e arricchite da Inosito­lo, Potassio, L-Citrullina, L-Ornitina, L-Carnitina, L-Cistina, Magnesio e Niacina.
Proteonorm è venduto in esclusiva ai nutrizionisti e ai loro pazienti su ricetta del nutrizionista.
E’ disponibile anche come Proteonorm Mousse, un dolce al cucchiaio proteico che spezza la fame e soddisfa il palato.
Proteonorm, nell’ambito del protocollo Dieta Combinata, aiuta a perdere peso e migliora la compliance dei pazienti. Risolve l’urgenza della perdita ponderale e permette di accompagnare il paziente ad abitudini equilibrate per il mantenimento dei risultati raggiunti.

Avete già utilizzato la piattaforma Dieta Combinata? Cliccando qui si può accedere gratuitamente alla piattaforma ed iniziare a compilare piani personalizzati.
 
E per completare l’offerta low-charb, DS Medica mette a disposizione una linea di snack dolci e salati per la soddisfazione del palato nei pazienti a dieta, senza apporto di carboidrati.